SONO CIRCA 1000 I MEDICI CHE OGNI ANNO FUGGONO DALL'ITALIA IN CERCA DI OCCUPAZIONE

La difficoltà occupazionale dopo il conseguimento della laurea e/o specializzazione, stanno provocando, anno dopo anno, l’emigrazione di giovani medici italiani verso i Paesi Europei.

Secondo i dati Istat, coloro che operano nel settore sanitario, che hanno fatto domanda al Ministero della Salute per la documentazione atta a poter esercitare all’estero la loro professione, sono aumentati da 396 nel 2009 a 2363 nel 2014, un incremento del 596%.

Sono circa 1000 laureati o specialisti, che ogni anno, fuggono dall’Italia. Si perdono, quindi, intelligenze, talenti, figure professionali, qualità e sviluppo scientifico e culturale del nostro Paese.

Anche il turnover incide profondamente sulla sostenibilità del nostro Ssn. La sostituzione delle generazioni è bloccata e con lei anche il trasferimento di conoscenze e capacità tecniche. Se non si cambiano le politiche sull’assunzione, nel 2017, avremo l’età media dei medici superiore a 55 anni.

E’ drammatico lo scenario nel SSN che si prospetta tra 10 anni. Si avrà da una parte circa 47.300 medici che andranno in pensione e dall’altro lato circa 14.300 precari tra tempi determinati e alla ricerca di rapporto di lavoro stabile. Questo rappresenta un rischio da non trascurare, considerando che, per l’erogazione di buone cure, è fondamentale l’umanità e il saper fare.

Attraverso una stretta collaborazione fra Università e Ospedali, si può arrivare ad ottenere migliori risultati in tutta la rete ospedaliera, consentendo agli specializzandi di svolgere le attività pratiche che non possono sostenute solamente dall’Università.

Un duro limite è dato dal fatto che per lavorare con il SSN, come requisito di accesso, si deve avere un titolo di specializzazione, quindi, bisogna creare un punto di incontro tra la formazione ed il lavoro, in modo tale da consentire ai giovani medici di raggiungere il massimo della tutela previdenziale ed al sistema sanitario di utilizzare le energie più fresche. 

 

Resta aggiornato sulle novità dei nostri servizi.

Tutti i campi sono obbligatori | Iscrivendoti al servizio dichiari di aver letto l'informativa sulla privacy e di acconsentire al trattamento dei dati.